AnatomiaApprofondimentiCorpo Umano

L’apparato respiratorio

L’apparato respiratorio è l’insieme di organi e strutture che consentono la respirazione, ovvero l’introduzione dell’ossigeno nel corpo e nel contempo l’espulsione dell’anidride carbonica. Le parti del corpo che fanno parte dell’apparato respiratorio sono (in ordine di “entrata in funzione” dal momento che si cattura l’ossigeno):

  1. la bocca
  2. il naso
  3. la faringe
  4. la laringe
  5. la trachea
  6. i polmoni
  7. la pleura
  8. i bronchi
  9. i bronchioli
  10. gli alveoli

IL PROCESSO DELLA RESIPRAZIONE
L’aria entra nel nostro corpo attraverso il naso e la bocca. Percorre poi due tubi rigidi, la laringe e la trachea. La trachea a sua volta si divide in due bronchi i quali si ramificano ulteriormente fino a formare dei minuscoli sacchetti, gli alveoli. L’insieme degli alveoli costituisce i due polmoni, collocati nel torace e simili a grandi spugne.

All’interno degli alveoli avvengono gli scambi gassosi (l’ematosi) tra il sangue e l’aria: il sangue riceve ossigeno e cede anidride carbonica.

Gli alveoli polmonari assomigliano a piccoli sacchetti attraversati da minuscoli canali, i capillari, in cui scorre il sangue. La parete degli alveoli e quelle dei capillari sono sottilissime e attraverso di essere l’ossigeno e l’anidride carbonica passano facilmente.

  • La bocca

La bocca è l’interfaccia anatomica dell’apparato respiratorio e digerente tra l’ambiente interno e l’ambiente esterno. Si tratta di un arco scheletrico che ha superiormente la porzione mascellare e inferiormente la porzione mandibolare, entrambe dotate di denti. Davanti la bocca inizia con le labbra, mentre posteriormente finisce con la gola.

Le funzioni della bocca sono quattro:

  1. parte iniziale dell’apparato digerente;
  2. deputata a funzioni respiratorie;
  3. deputata a funzioni fonatorie;
  4. sede di percezione del gusto.
  • Il naso

Il naso è il rilievo impari che si trova in posizione mediana al centro del viso, composto da tessuto cartilagineo e osseo, all’interno del quale vi sono due canali rivestiti di mucosa che si aprono verso l’esterno tramite le narici.

LA GOLA – La gola è la parte anatomica che corrisponde alla faringe orale

  • La faringe

La faringe è la parte anatomica dell’apparato respiratorio che si trova tra gola ed esofago. La sua è una funzione doppia, di pertinenza sia dell’apparato digerente, perchè dalla bocca riceve il bolo alimentare durante la deglutizione e di pertinenza dell’apparato respiratorio, perchè è un punto di passaggio dell’aria che dal naso va alla laringe.

  • La laringe

La laringe, oltre ad essere l’organo della fonazione, consente il passaggio dell’aria in entrata (quella proveniente dalla faringe e ricca di ossigeno) e in uscita (quella proveniente dai bronchi e ricca di anidride carbonica). La faringe impedisce, grazie all’epiglottide, che il cibo introdotto con la bocca, passi nella trachea.

  • La trachea

La trachea è il canale cartilagineo di 12 centimetri che consente il passaggio dell’aria dalla laringe ai bronchi. All’altezza della quinta vertebra lombare la trachea si divide nei due alberi bronchiali: il bronco di destra e il bronco di sinistra.

  • I bronchi

I bronchi sono i canali cartilaginei di continuazione dalla biforcazione della trachea che consentono il passaggio dell’aria fino ai bronchioli. I bronchi si dividono in sei rami principali dal più alto al più basso, che sono: bronco primario, secondario, terziario, piccoli bronchi, bronchioli e bronchioli terminali. Ogni ramo prosegue poi coi bronchioli. In ogni successiva diramazione l’albero bronchiale si riduce di diametro, arrivando ad essere inferiore al millimetro nei bronchioli.

  • I bronchioli

I bronchioli sono la penultima ramificazione dell’albero bronchiale e hanno un diametro che scende al di sotto del millimetro.

  • Gli alveoli

Gli alveoli sono l’ultimo tratto dell’albero bronchiale, dove avvengono gli scambi gassosi tra il sangue e l’aria: il sangue riceve ossigeno e cede anidride carbonica. Gli alveoli polmonari assomigliano a piccoli sacchetti attraversati da minuscoli canali, i capillari, in cui scorre il sangue. La parete degli alveoli e quelle dei capillari sono sottilissime e attraverso di essere l’ossigeno e l’anidride carbonica passano facilmente.

  • I polmoni

I polmoni sono i due organi principali dell’apparato respiratorio. Si trovano all’interno della cavità toracica e sono avvolti dalla pleura, una membrana sierosa che riveste e aderisce alla parete interna del torace. La pleura è formata da due foglietti, uno viscerale che è a contatto con il tessuto polmonare ed uno parietale che è invece a contatto con la gabbia toracica. Tra questi due foglietti vi è un liquido, il liquido pleurico che ha la funzione di permettere lo scorrimento tra queste due membrane durante i movimenti della respirazione.

I polmoni si presentano in numero di due e sono separato dal comparto anatomico del mediastino, che ospita organi dell’apparato respiratorio (trachea e bronchi); di quello circolatorio (cuore e grossi vasi); dell’apparato digerente (esofago); del sistema linfatico (timo) e del sistema nervoso.

I polmoni non sono uguali tra loro: il polmone destro (sinistro per chi guarda) è un po’ più grande, il sinistro è più piccolo perchè accoglie la punta del cuore.

I polmoni sono fatti da lobi: il polmone destro ha 3 lobi; quello sinistro ne ha 2.

I polmoni hanno una struttura spugnosa che gli è conferita dagli alveoli che sono dei piccoli sacculi, assomiglianti a degli acini d’uva cavi che al loro interno si presentano avvolti da una fitta rete di capillari (venosi e arteriosi), i quali fanno parte della piccola circolazione del circolo polmonare (VEDI ANCHE: LA CIRCOLAZIONE) . Un uomo adulto può disporre di circa 300 milioni di alveoli, la cui estensione è di oltre 100 m2 (oltre la metà di un campo da pallavolo).

Autore dell’articolo: Pierpaolo Spanu
Foto di copertina: Jpogi. Sezione di polmone che mostra la struttura della parete dei bronchioli e degli alveoli polmonari.

Nella stessa categoria

Back to top button